Zucchero: Italia, Ue usi tassa produzione per aiuto settore

Agri 1039_20141004_Tranche 01-2Aiuti al settore saccarifero potrebbero arrivare dall’Ue da fondi che lo stesso comparto versa ogni anno al bilancio europeo come ‘tassa’ sulla produzione. Questa la proposta che l’Italia ha messo sul tavolo del Consiglio dei ministri dell’agricoltura dell’Ue, oggi a Bruxelles. Nel documento, l’Italia ricorda di aver già domandato a gennaio la creazione di un ‘tavolo di alto livello’ per discutere i problemi e possibili soluzioni per la grave crisi del settore, con il sostegno di altri undici Paesi, ma le riunioni di esperti che sono seguite “si sono limitate a presentare la situazione del mercato, senza nessuna discussione su possibili soluzioni”. I proventi della tassa Ue potrebbero essere usati “per mitigare le conseguenza sociali ed economiche negative per il settore – scrive l’Italia – e assicurare una transizione graduale verso la fine delle quote”. In alternativa, “altre soluzioni si potrebbero trovare negli strumenti anti-crisi” già previsti, scrive la delegazione italiana. Il Belpaese “sottolinea ancora le gravi difficoltà per il futuro del settore dello zucchero nell’Ue”, con relativi impatti sulle aziende e con il rischio per la filiera di “forti danni per i posti di lavoro diretti e indiretti”. “Gli operatori – afferma il documento italiano – sono molto preoccupati” e di fatto “aspettano alcuni segnali urgenti e positivi dalle istituzioni” europee. Quindi l’Italia rinnova l’appello all’esecutivo Ue ad avviare un “dibattito di alto livello che possa valutare e proporre soluzioni, incluse misure straordinarie”.

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.