Zucchero: qualcosa si muove. Giovedì tavolo col Ministro

Sindacati e associazioni dei bieticoltori ieri hanno protestato per 8 ore davanti al Ministero delle Politiche Agricole e qualcosa si è mosso. Dopo un primo incontro in mattinata, che si è chiuso con un nulla di fatto e che è stato aggiornato al pomeriggio, i rappresentanti dei 19 zuccherifici italiani e i sindacati hanno nuovamente incontrato il Capo di Gabinetto del ministero, Giuseppe Ambrosio, e al terminec’erano i motivi per una moderata soddisfazione.
Il 18 febbraio è stato infatti convocato un tavolo con i sindacati e le organizzazioni, al quale partecipera’ anche il ministro Zaia. L’incontro si terra’ dopo una seduta del Consiglio dei Ministri, in cui il ministro sondera’ la possibilita’ di inserire il finanziamento per il settore bieticolo (86 milioni di euro per il 2009-2010) all’interno del decreto sugli incentivi alle imprese, che e’ in via di preparazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.
Leggero avanzamento anche rispetto all’altra richiesta avanzata dalle sigle sindacali, la convocazione di un tavolo interministeriale che faccia luce sull’avvio dei piani industriali di riconversione per i 15 stabilimenti che non producono piu’ zucchero.
”Ci e’ stato assicurato – ha detto Pierluigi Talamo, responsabile del settore bieticolo-saccarifero della Uila – che e’ stata formalizzata la convocazione da parte del Ministero alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il prossimo 24 febbraio, ora attendiamo una risposta anche su questo fronte”
Giudizio positivo, ma con riserva, arriva quindi dai sindacatai “restiamo preoccupati per la vertenza del settore e aspettiamo che si concretizzino dei risultati veri” dice Talamo della Uila mentre Ettore Ronconi, della Flai-Cgil, commenta ”gli impegni assunti dal ministero sono importanti, sebbene siano parziali e ancora tutti da verificare nella loro fattibilità”.
E se da parte sua il ministro Zaia, ieri nel pomeriggio aveva precisato in una nota “Il mio impegno verso questo settore non e’ mai venuto meno. Ho rappresentato le istanze del comparto nelle sedi di Governo opportune, e sono certo che la risposta sara’ positiva”, l’assessore pugliese alle Risorse agroalimentari Dario Stefano, coordinatore nazionale della Commissione Politiche Agricole, non è ottimista e dice ”E’ ormai verosimile che il governo stia venendo meno agli impegni, relativi alla riforma del settore dello zucchero del 2005, assunti in sede comunitaria e nazionale”. Non mantenere gli impegni presi, secondo Stefano, sarebbe però ”un grave errore per l’intero settore” .

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.