Zucchero, Rabboni: “Zaia metta fine a pasticcio governativo”


”Sono profondamente sconcertato dalla notizia che la commissione Bilancio della Camera ha bocciato l’emendamento con il quale si dava copertura agli aiuti di stato per il settore bieticolo-saccarifero. Il Governo non mantiene dunque un impegno preso e concordato in occasione della riforma dell’Ocm zucchero: si tratta di 86 milioni di euro per due anni, che sono indispensabili per garantire il proseguimento dell’attivita’ del comparto”. Cosi’ interviene sulla mancata erogazione degli aiuti al comparto bieticolo-saccarifero Tiberio Rabboni, assessore all’Agricoltura dell’Emilia-Romagna, regione in cui si trovano due dei tre zuccherifici rimasti attivi nel nord del paese: quello di Minerbio (Bologna) del CoproB, e quello di San Quirico (Parma) di Eridania-Sadam (il terzo e’ in Veneto, a Pontelongo, in provincia di Padova). Rabboni protesta per l’ impegno disatteso da parte del governo e rivolge un appello al ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia, perche’ arrivi una risposta positiva in tempi rapidi. ”Dopo il danno siamo arrivati alla beffa – afferma l’ assessore in una dichiarazione – Non vengono tenute in alcun conto le legittime aspettative di un settore del quale si mette in discussione la sopravvivenza. E questo nonostante i forti investimenti fatti proprio in questi ultimi due anni dai tre zuccherifici rimasti attivi nel nord Italia che, ovviamente, hanno pianificato gli investimenti, fidandosi del nostro governo. Allo sconcerto – continua – si affianca una profonda delusione in quanto ancora cinque mesi fa il governo, attraverso il comitato interministeriale, che e’ presieduto dal presidente Berlusconi, aveva formalmente assunto l’impegno di reperire tali risorse. Confido che il nostro governo non voglia assumersi la grave responsabilita’ di decretare la morte del settore bieticolo-saccarifero italiano – conclude Rabboni – e mi appello dunque al ministro Zaia affinche’ metta fine a questo pasticcio governativo. Occorre che venga data una risposta positiva in tempi rapidi: le semine sono alle porte e gli agricoltori e le imprese non possono piu’ aspettare, nell’incertezza piu’ completa”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.